corso di tiro operativo MFC in Sicilia

Scritto da mfc on . Postato in Articoli e Stampa

mfc sicilia mfc sic 2  

Sono il Primo Maresciallo dell’ Esercito Maurizio Balzano, Armaiolo,  Istruttore Militare di Tiro, Tiratore Scelto, con quasi 28 anni di servizio  svolti presso unità operative della FFAA,  che da qualche mese opera in collaborazione con la Military Full Capability in qualità di Istruttore di Tiro Operativo Militare Sportivo.

Giorno 22 Marzo 2014 ho effettuato il mio 2° corso di Tiro Operativo Militare Sportivo presso il Combat club Gela (CL).

Come è successo per il primo,  anche questo corso  è stato un successo per molteplici motivi che adesso vado ad elencare.

Per ottenere il massimo del consenso  durante lo svolgimento del corso un Istruttore deve mettere in campo tutta la sua seria ed accurata professionalità trasmettendo agli allievi sicurezza e sapienza, unita al divertimento e alla spensieratezza,  visto che alla fine lo scopo non è addestrare unità pronte al combattimento ma solo far divertire e rilassare chi ha voglia di farlo.

Devo dire che ho avuto la fortuna di avere come allievi gente molto seria e rispettosa delle regole che mi ha permesso di affrontare il training  senza mai dover intervenire per bloccare qualcosa di incerto e particolarmente insidioso, insomma mi sono divertito insieme a loro spiegando tecniche ed esercizi senza mai preoccuparmi di nulla, e soprattutto senza perdere la voce.

Un’altra mia tecnica di insegnamento che metto sempre in campo (acquisita  dopo anni di insegnamento militare), è quella di non svolgere mai esercizi pratici con le armi da fuoco  per far vedere agli allievi come portare a termine  quella determinata tecnica, ma seguirli passo passo fino a quando hanno acquisito la giusta sicurezza e determinazione.  Il tutto  al fine di non creare degli eccessivi sfoggi di bravura che possono indurre l’allievo a sentirsi non altezza di quel tipo di  esercizio,  demotivandolo  o comunque creandogli dei paletti che possano indurlo a rinunciare a priori a quel tipo di esercizio ritenendolo impraticabile.  Ma ripeto questa è una mia prerogativa, conosco molti istruttori che fanno l’esatto contrario senza comunque essere in errore.

Alla fine come ho già detto prima lo scopo è divertire e divertirsi, cercando il più possibile di coinvolgere chi ha voglia di fare e di imparare, dando precedenza a chi come lavoro svolge quello di addetto alla sicurezza, per intenderci FFAA,  FFOO. A loro bisogna dedicare qualche attenzione in più allo scopo che il sano divertimento posso tornare anche utile in futuro.

           Istr. MFC      Maurizio Balzano

Trackback dal tuo sito.